Come controllare la cimice asiatica

Priva di antagonisti, caratterizzata dal capo a forma “rettangolare” e dalla presenza di una banda bianca alla base e all’apice del penultimo segmento antennale e di bande biancastre sulle zampe

La cimice asiatica è un insetti che è stato recentemente introdotto in Italia in seguito alla carenza di comunicazione tra le aziende che importano materiale vegetale (vivaismo e ortofrutta) e gli enti deputati a controllare problematiche fitopatologiche dei prodotti importati.

La cimice asiatica (Halymorpha halys) proviene dai paesi asiatici dovè diffusa, ma essendo in competizione con insetti locali, non si manifesta mai in maniera estremamente virulenta. Ha colorazione grigio-brunastra. Gli adulti e gli stadi giovanili si riconoscono per il capo a forma “rettangolare”, per la presenza di una banda biancastra alla base e all’apice dell’ultimo del penultimo segmento antennale e per la presenza di bande biancastre sulle zampe.

La sua particolare virulenza è legata al fatto che non possiede predatori nei nostri ambienti e che la continua immissione di insetticidi hanno sterminato gli insetti superiori che potevano controllarlo biologicamente.

La cimice asiatica preferisce attaccare parte di piante, frutti, che contengono elevati quantitativi di zuccheri e amidi energetici ovvero i semi.

Si è visto che l’irrorazioni a base di polvere di roccia ( come zeolite ) distribuita tra i 2 e i 5 kg per ettaro, ha dimostrato un ottimo effetto abbattente. Questo minerale agisce andando in parte ad ostruire i pori presenti sullo scheletro dell’insetto. In tal modo l’insetto non riesce più a respirare e soffoca. Ricordiamo che l’effetto di questi mezzi è legata strettamente alla loro presenza. Pertanto, agendo per contatto è necessario ripetere la loro applicazione periodicamente e sistematicamente dopo ogni pioggia dilavante. Si è notato che trattare ai confini fa da barriera per l’interno.

Vogliamo segnalare la presenza di un imenottero parassitoide in grado di controllare più intensamente la cimice asiatica, che ha il nome di Anastatus bifasciatus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *