CADORE NATURA CHIAMA

Come tradizione, anche quest’anno AIAB Veneto organizza domenica 11 agosto a Calalzo nel cuore delle Dolomiti bellunesi la festa-mercato “CADORE NATURA” (XIV edizione), in collaborazione con l’amministrazione locale e con il G.A.S. el Ceston.

L’intento è quello di promuovere la piccola agricoltura di montagna – fatta di contadini, allevatori, produttori, trasformatori – ovvero un tipo di agricoltura diversa da quella “convenzionale”, attenta a metodi agricoli sostenibili come il biologico, l’armonia con la natura, la salvaguardia del paesaggio, la tradizione alimentare e il recupero delle varietà autoctone. Sono in aumento i giovani che riscoprono la passione agricola, coniugando i valori del mondo contadino di una volta alle nuove tecniche agronomiche.

La piccola azienda agricola al centro dei mercatini di AIAB Veneto non è solo mera fornitrice di prodotti, ma svolge una funzione sociale ed è presidio del territorio. Sono le piccole “comunità del cibo” che garantiscono le tipicità locali, la biodiversità, il mantenimento del paesaggio agricolo: un patrimonio importante non solo in tema di sovranità alimentare ma anche per il turismo gastronomico.

 

Per le aziende coinvolte, vista l’affluenza delle manifestazioni passate, la partecipazione al mercatino è un modo per farsi conoscere e per promuovere la propria attività, un momento di scambio di idee ed esperienze, un’occasione di incontro con il cittadino e con le amministrazioni locali in un ottica di collaborazione attiva per uno sviluppo sostenibile. A cornice del mercatino saranno presenti le associazioni locali e alcuni artigiani-artisti. La giornata sarà inoltre arricchita da incontri, passeggiate, laboratori creativi e spazi per i più piccoli.

In particolare, quest’anno Cadore Natura avrà l’onore di ospitare il genetista Salvatore Ceccarelli, che presenterà la pasta “700 grani”, prodotto della mescolanza di varietà antiche di grani duri da lui favorita in tutto il mondo. Questo progetto, che promuove la biodiversità, parte nelle Marche da una storica azienda del biologico, La Terra e il Cielo. A cura di Rete Humus, verrà proposta la “prova della vanga” per conoscere le varie tipologie del terreno, con l’agronomo Luca Michieletto. La festa sarà allietata da musica e danze popolari.

Per il sabato pomeriggio è prevista una passeggiata nella località di Lagole con visita guidata al sito naturalistico e archeologico a cura dell’associazione TramediStoria e letture teatrali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *