Liberi dai veleni

CAMPAGNA “LIBERI DAI VELENI” – CI METTO LA FIRMA!

testo_veleni

PETIZIONE POPOLARE PER IL DIRITTO ALLA SALUTE CONTRO L’INVASIONE DEI VIGNETI E MELETI INTENSIVI IN PROVINCIA DI BELLUNO
Una nuova forma di colonizzazione è in atto nel territorio bellunese. Molti ettari di terreno vengono

acquistati nelle nostre zone allo scopo di impiantarvi coltivazioni di tipo intensivo, in particolare, vigneti e

Tali coltivazioni sono caratterizzate da un largo impiego di diserbanti e pesticidi che hanno già avuto diversi

effetti negativi per la salute e per l’ambiente nelle Province confinanti. Le conseguenze per l’impiego di tali

sostanze nel territorio bellunese sono:

a) grave rischio per la salute dei cittadini che abitano, lavorano, frequentano le scuole nelle zone limitrofe

alle coltivazioni

b) l’inquinamento della terra, dell’acqua e dell’aria

c) la moria di numerose specie animali (in particolare insetti (es. api), lombrichi e uccelli ecc.)

d) svalutazione del valore commerciale degli immobili confinanti le coltivazioni

e) graduale depauperamento di una risorsa naturale preziosa come è il territorio e il paesaggio della

Noi sottoscritti intendiamo riappropriarci della sovranità sul territorio. Pertanto rivolgendoci alle Istituzioni

ed agli Enti di competenza:

MELETI INTENSIVI IN PROVINCIA DI BELLUNO

CHIEDIAMO

1) Che vengano approvati regolamenti di polizia rurale che limitino l’utilizzo dei pesticidi e vietino

quelli cancerogeni e nocivi per la salute.

2) Che siano sviluppate politiche che favoriscano un’agricoltura sana e sostenibile nel rispetto della

biodiversità e delle tipicità bellunesi.

3) Che vengano rivisti gli strumenti di controllo e salvaguardia sull’utilizzo del territorio per evitare

pesanti sbancamenti, deturpazione del paesaggio e possibili discariche abusive.

4) Che vengano ridotti gli incentivi economici per le produzioni intensive e no food in favore di modelli

di coltivazione sostenibili per prodotti tipici e primari.

5) Che venga revocata la Denominazione di Origine Controllata (DOC) del prosecco dalla provincia di

Belluno, in quanto puro strumento speculativo di aumento delle quote a beneficio esclusivo dei

produttori trevigiani.

6) Che siano attivati nelle scuole percorsi formativi su questi temi e che siano istituite diete con

prodotti biologici e locali per le mense scolastiche.

link_veleni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *