Apprezziamolo: un progetto da scoprire!

a stretto contatto con i produttori agricoli locali che hanno portato alla consapevolezza dell’attuale precaria situazione dell’agricoltura e dei pericoli che minacciano il suo destino (due tra tanti la mancanza di ricambio generazionale nel settore e la desertificazione del suolo agricolo).

L’obiettivo è far incontrare chi produce e chi acquista costruendo un legame diverso da quello che esiste sia negli ambienti commerciali (mercati e supermercati) che nelle relazioni di acquisto alternative (gruppi di acquisto solidale).

Questi scambi, infatti, vengono regolati da prezzi che spesso non riconoscono una giusta remunerazione dei fattori produttivi messi in gioco e sono caratterizzati da un’elevata dipendenza dal mercato che ragiona a prescindere dai reali bisogni dei consumatori e dei produttori, meno ancora dall’obiettivo generale di perseguire il bene comune.

Il progetto parte dunque dalla volontà di diffondere una nuova cultura legata alla sostenibilità ed alla trasparenza delle relazioni economiche, oltre che di valorizzare e sostenere l’agricoltura biologica, intesa non solo come un modo di produrre cibi sani in accordo con l’ambiente, ma anche come un fatto di cultura e stile di vita.

La nuova relazione tra consumatore e produttore che si vuole sperimentare si basa sulla costruzione di un prezzo delle loro transazioni percepito da entrambe le parti come “giusto”. Che conterrà cioè simbolicamente al suo interno tutto il significato della condivisione di una pratica economica sostenibile e, soprattutto, salvaguardi l’attività produttiva di qualità delle piccole e medie aziende agricole, che rischiano di scomparire.

I prodotti: parmigiano, passata, pasta e miele. 

 cropped-apprezziamolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *